Giornata mondiale del fegato. Prendiamocene cura sin da bambini!

Oggi, 19 aprile, è la Giornata Mondiale del fegato, in cui gli esperti di salute si propongono di diffondere la consapevolezza circa l’importanza di mantenere il fegato sano e prevenire le varie malattie del fegato.

Ci sono molte cause che portano a diversi tipi di problemi al fegato, fondamentale è il nostro stile di vita.

Tuttavia, la buona notizia è che il fegato ha questo unico capacità di riparare e rigenerare se stessa con il tempo, e come tale la maggior parte delle malattie sono curabili.

Ecco alcuni utili consigli… da seguire già da bambini!

Sì agli alimenti salutari.

Resisti alla seduzione e alla praticità dei fast food e del junk food (cibo spazzatura). Secondo uno studio di ricerca italiano, i bambini che consumano regolarmente il fruttosio, che è presente in particolare in soda, bevande zuccherate, pizza e cibi salati, ecc. possono essere soggetti a malattie del fegato.

Sì a uno stile di vita attivo

Rinuncia alla vita sedentaria! Una posizione seduta prolungata, come guardare la TV e utilizzare il computer e gli altri dispositivi, così come la ridotta attività fisica può aumentare il rischio di steatosi epatica non alcolica (NAFLD), secondo uno studio fatto da Sungkyunkwan University School di Medicina, Seoul, Corea del Sud.

Sì all’acqua.

Evita le bevande zuccherate! Secondo uno studio fatto da Washington University School of Medicine di St. Louis, questa è la chiave per la prevenzione delle malattie del fegato grasso, la causa più comune di malattia epatica cronica in tutto il mondo. GLUT8 (una molecola che trasporta grandi quantità di fruttosio), è presente naturalmente nella frutta ma viene aggiunto in grandi quantità nelle bevande analcoliche. Sebbene epatopatie croniche sono solitamente associati con il consumo di alcol, questo studio sottolinea che il consumo eccessivo di bibite gassate può danneggiare le funzioni epatiche.

Attenzione alla linea.

Essere in sovrappeso è un problema! Essere in sovrappeso durante l’adolescenza può aumentare significativamente il rischio di sviluppare gravi malattie del fegato più avanti con gli anni, come afferma uno studio dal Karolinska in Svezia. Lo studio ha mostrato che i maschi adolescenti con un indice di massa corporea (BMI) superiore a 25 sono ad un 64 per cento aumentato rischio di sviluppare malattie epatiche gravi e cancro delle cellule del fegato nella loro fine vita. L’obesità è uno dei principali problemi di fondo che causa vari altri problemi di salute.

La miglior integrazione è naturale. Una dieta sana e equilibrata!

No a pillole dietetiche senza supervisione medica. Le ricerche suggeriscono che integratori alimentari usati in modo sconsiderato causano quasi il 20 per cento delle lesioni al fegato legati alle sostanze chimiche, contro il 7 per cento di dieci anni fa. Secondo uno studio di New York, gli adolescenti non sono gli unici consumatori a rischio, molti sono donne di mezza età che si rivolgono agli integratori dietetici che promettono di bruciare i grassi o accelerare la perdita di peso. Lo studio ha trovato che molti dei prodotti implicati sono integratori del mondo del bodybuilding e pillole a base di erbe e polveri che promette di aumentare l’energia e aiutare i consumatori a perdere peso.

By | 2017-04-19T22:32:02+00:00 aprile 19th, 2017|Eventi|0 Comments
Website Security Test